Parigi: I migliori 12 posti che devi vedere

“Parigi non è una città, è un mondo!”

 

Immaginate una città dove le arti e la storia giocano a nascondino dietro ogni angolo. Immaginate un luogo dove i dettagli non sono mai trascurati ma sempre pensati e ricercati. Immaginate un luogo dove la cultura incontra la vita e la vita incontra lo stile di vita; dove le tradizioni riflettono l’orgoglio che si confonde con la modernità. Benvenuti a Parigi!

Parigi è a mani basse una delle città più iconiche e rinomate del mondo. Ha un immenso patrimonio culturale e artistico, i principali musei del mondo, panorami da cartolina e un’aura di romanticismo che appartiene solo alle sue strade.

Al giorno d’oggi, però, Parigi è anche una vibrante capitale cosmopolita, con molta vita ed eventi internazionali di livello mondiale.

In questa lista, ho raccolto i miei 12 migliori posti preferiti a Parigi, che vi raccomanderei totalmente di vedere durante la vostra prima visita alla città.

Credo che, con una buona pianificazione, una visita a tutti loro può essere organizzata in un periodo di 4 giorni senza una fretta eccessiva (tranne Disneyland Paris e Versailles, che hanno bisogno di un giorno ciascuno).

Nell’elenco includo anche informazioni sulle tariffe d’ingresso, gli orari di apertura e i consigli sul momento migliore per visitarlo, per vostra comodità. Godetevi:)

Cominciamo!

1. Museo del Louvre

Cominciamo con l’ovvio: il museo del Louvre! Situato nel cuore di Parigi, il Louvre offre una delle più grandi collezioni d’arte sulla Terra e da più di 20 anni (e oltre) detiene il titolo di “Museo più visitato al mondo”.

Le leggende che dicono che è troppo grande da vedere in un giorno… sono assolutamente vere! Il museo si sviluppa in 3 ali (Denon, Richelieu e Sully) e su 4 piani, le sale di esposizione sono tutte spaziose e ampie.

Le collezioni d’arte che si possono trovare al Louvre vanno dall’antica Mesopotamia fino alla fine del XVIII secolo e provengono da qualsiasi regione geografica del mondo (Medio Oriente, Asia, America, Europa).

Le mie esposizioni preferite sono state le statue classiche greche, l’angolo del neoclassicismo, l’arte islamica e, naturalmente, il rinascimento italiano (qui si trova anche la famosa Monna Lisa, che personalmente ho trovato abbastanza insignificante rispetto alla grandezza di molti altri dipinti intorno).

In poche ore, giuro che ho visto in questo museo più della metà di tutti i quadri/statue che studiavo in Storia dell’Arte al liceo: è una collezione davvero impressionante!

L’ingresso del Louvre si trova all’interno della sua iconica piramide di vetro. Dato che siamo stati in visita a gennaio, non abbiamo trovato nessuna coda all’ingresso né per i biglietti; ma abbiamo comunque notato le grandi frecce direzionali per le file all’esterno. Se visitate in alta stagione, vi consiglio vivamente di prenotare in anticipo il vostro ingresso online dalsito ufficiale.

All’interno del museo, ci sono molti bagni, un ristorante, un (molto) comodo magazzino e diversi posti per sedersi e riposare tra una mostra e l’altra. Tutto sommato, credo che 4 ore siano un tempo decente per fare una buona visita al Louvre, vi suggerirei solo di scegliere le mostre che vi interessano di più e andare per quelle!

Si noti che il Louvre è la definizione di un classico museo “walk-and-starenon c’è possibilità di interazioni attive (quindi non lo consiglierei a bambini piccoli, perché potrebbero annoiarsi velocemente).

Inoltre, il XIX secolo non è ampiamente rappresentato (come la maggior parte delle opere sono nel Museo d’Orsay) e quasi assenti anche le arti moderne e contemporanee (che sono esposte nel vicino Centre Pompidou).

Personalmente (e sottolineo, personalmente!), non metterei il Louvre tra i migliori musei che abbia mai visto (guardate il mio articolo 7 Musei di classe mondiale di cui non hai mai sentito parlarese volete scoprire di più sui miei gusti in fatto di musei), ma è sicuramente un’esperienza unica nella vita che non si può perdere quando si visita Parigi!

TASSE D’INGRESSO:

 

  • Età <18 – Gratis
  • Età <26 – Gratis il venerdì sera
  • Adulto – 15 Euro
  • Adulti online (con ingresso rapido) – 17 Euro
  • Primo sabato sera di ogni mese – gratis per tutti

ORARI DI APERTURA:

  • 9.00 – 18.00 Mo – Th- Sa – Su
  • 9.00 – 21.45 Noi – Fr
  • Martedì chiuso.

2. Torre Eiffel

In seconda battuta, troviamo il punto di riferimento di Parigi: la romantica, rinomata e impressionante Tour Eiffel.

Costruita nel 1889 da Gustave Eiffel e dalla sua compagnia, la torre di ferro è oggi un’icona culturale, il simbolo della Francia e una delle strutture architettoniche più famose della Terra. La torre è visibile dalla maggior parte degli edifici alti di Parigi e facile da individuare anche dal finestrino dell’aereo.

La Tour Eiffel offre tre ponti di osservazione: 1° piano (a 57m di altezza), 2° piano (116m), e l’ultimo piano (276m). Il primo e il secondo piano sono raggiungibili sia con le scale che con l’ascensore (la prima opzione è più economica della seconda); mentre per raggiungere l’ultimo piano l’unica scelta è l’ascensore.

Se durante il giorno, la torre Eiffel è già una vista maestosa;è quando le luci del giorno volgono al termine e cala la notte che emerge in pieno il suo Unabellezza magnifica, impressionante, sconvolgente. La torre illuminata al buio è incredibile, affascinante, unica e sicuramente, dà totale giustizia al soprannome “Città delle Luci”.

Se avete abbastanza tempo, fate una visita alla torre sia di giorno che di notte, perché sono due esperienze completamente diverse. Se non hai tempo per entrambi, scegli la notte sì o sì!

Per la mia esperienza, posso consigliare di scendere alla stazione della metropolitana di Trocadero, dove si ottiene la migliore vista lontana della torre (e i punti perfetti per le foto!) da qualsiasi punto della città e poi, a piedi da lì, attraversare la Senna e farsi strada fino ai piedi della torre.

C’è una ragione per cui la Tour Eiffel è così rinomata in tutto il mondo: è semplicemente così bella! Vedere per credere!

TASSE D’INGRESSO:

 

  • Biglietto Ascensore Adulti: 16,60 (2° Piano)
  • Biglietto Ascensore Adulti: 25,90 (Ultimo Piano)
  • Biglietto Scale Adulti: 10,40 (2° piano)
  • Biglietto Scale per adulti: + Ascensore: 19,70 (ultimo piano)
  • Tariffa giovane (età 12-14): 50% di sconto
  • Tasso disabili/bambini (età 4-11): 75% di sconto

ORARI DI APERTURA:

TUTTO L’ANNO

  • Ascensore 9.30 – 23.45 Scale 9.30 – 18.30

ESTATE (giugno – agosto)

  • Ascensore 9.00 – 0.45 9.00 – 00.30

 

3. Montmartre

Fulcro artistico dell’Europa durante la Belle Epoque e cuore bohémien indiscusso della Città delle Luci, Montmartre è una collina alta 130 metri e un quartiere situato nel 18° arrondissement nel centro di Parigi.

In passato, le sue strade sono state l’atelier e l’ispirazione di innumerevoli artisti di fama mondiale (Van Gogh, Modigliani, Renoir, Picasso… solo per citarne alcuni) che hanno contribuito a dare al luogo un’aura incredibilmente romantica.

Dopo aver visitato Montmartre quest’anno (2020), sono rimasto stupito da quanto questo quartiere stia gestendo il peso del suo glorioso passato: l’arte permea ancora i vicoli, i negozi, i bistrot, i caffè, i ristoranti, il design urbano, la natura, le persone e tutto ciò che c’è in mezzo. Se mi chiedeste di descrivere Montmartre in due parole, direi Arte fluente.

Passeggiare per il quartiere (che va dal Moulin Rouge alla Basilica del Sacro Cuore) è un’esperienza incredibile e va fatta a piedi.

Per visitare Montmartre suggerirei di riservare un pomeriggio intero e metterlo nei primi giorni della vostra visita a Parigi (nel caso in cui decidiate di tornare più tardi; il posto – almeno per me – era così dannatamente coinvolgente!)

L’intero quartiere è pieno di caffè artistici, negozi bohemien e boutique di moda a buon prezzo.

Se siete alla ricerca di pezzi artistici unici (siano essi quadri, articoli di abbigliamento, gadget, decorazioni per la casa o semplicemente souvenir) e non vi dispiace passare un po’ di tempo a scoprire in giro, a Montmartre potreste trovare le migliori offerte di Parigi; vi consiglio di iniziare il vostro viaggio da Steinkerque road e spostarvi da lì.

Altri punti caldi della zona sono il Museo di Montmartre, il Musee de la vie Romantique e il mio preferito, Place de la Tertre. Quest’ultima è una piazza di ciottoli sul bordo della collina di Montmartre, trasformata in una meravigliosa galleria e atelier all’aperto da decine di artisti di talento.

Farsi ritrarre a Place de la Tetre

Con la mia ragazza, abbiamo anche deciso di farci fare un ritratto di entrambi qui; e credimi, non c’è souvenir migliore che puoi trovare a Parigi!

Puoi scegliere l’artista che ti piace (ognuno ha il suo stile particolare – matita, carbone, colori, ecc.) e ci vorrà circa un’ora per farlo davanti ai tuoi occhi.

Gli artisti sono incredibilmente abili ed è un piacere vederli lavorare. Per quanto riguarda il prezzo dei ritratti però, all’inizio, spareranno molto in alto, ma non cedete.

Place de la Tertre è forse l’unico posto a Parigi dove non bisogna aver paura di contrattare (perché è quasi previsto).

L’artista che abbiamo scelto (ci è piaciuto molto il suo stile) ha iniziato con un prezzo di 100 euro per un ritratto di una persona, e essendo gentili e pazienti, abbiamo finito per pagare 60 euro per un ritratto di 2 persone.

Come regola generale, cerca di abbassare il prezzo al 50% o meno di quello che ti chiederanno inizialmente (è tutto un gioco di contrattazione, baby ;).

4. Basilica del Sacro Cuore

Sulla cima della magica collina di Montmartre, si trova la bianca Basilica del Sacro Cuore, il punto più alto di Parigi.

Questa maestosa Basilica non è particolarmente antica (la costruzione è terminata nel 1919) e l’interno non è così decorato come ci si aspetterebbe (come italiano, l’ho trovato onestamente tranquillo e poco stimolante – vendevano persino souvenir all’interno della basilica). Ciò che lo rende grande, però, è senza dubbio la sua posizione mozzafiato e la vista incomparabile!

Infatti, la magnifica Basilica bianca del Sacro Cuore gode di una prospettiva ineguagliabile di Parigi che non si trova da nessun’altra parte della città. Tra un orizzonte di tetti, i punti di riferimento della città – la Senna, Notre Dame, la Torre Eiffel, l’Arco di Trionfo ecc. – si stagliano contro il mosaico di colori: da togliere il fiato!

L’atmosfera intorno alla Basilica è rilassata e romantica: le recinzioni che circondano la chiesa sono piene di lucchetti, la gente dappertutto si gode il panorama dalle scale bianche e cerca di ottenere gli scatti migliori di questa bellezza. Lontano dal brusio del centro della città, questo posto è una brezza fresca per fare una pausa.

Per raggiungere la Basilica, ci sono due possibilità: o salire a piedi sulla collina di Montmartre, o prendere una funicolare che parte in prossimità delle stazioni della metropolitana Abbesses/Anvers e ti porta in cima (avrai bisogno di un regolare biglietto della metropolitana per salirci).

TASSE D’INGRESSO

  • Ingresso alla Basilica: Gratuito

ORARIO DI APERTURA

  • Tutti i giorni dell’anno: 6.00 – 22.30

 

5. Moulin Rouge e quartiere a luci rosse

Spostandoci ora dall’altra parte di Montmartre, troviamo un’altra icona di culto e punto di riferimento di fama mondiale della città: il Moulin Rouge (Mulino Rosso).

Aperto nel 1889, il Moulin Rouge è stato uno dei primi cabaret d’Europa (e oggi è il più famoso del mondo). È stata la culla del ballo del can-can ed è salita alla gloria durante la Belle Epoque, un’epoca di pace, progresso e innovazione che permeò la Francia all’inizio del secolo scorso, prima dell’inizio della prima guerra mondiale.

Dopo più di un secolo di attività, una massiccia copertura mediatica e un’enorme attenzione artistica (innumerevoli sono i film, i quadri, i libri, le canzoni, i balli e gli spettacoli ispirati a questa pietra miliare di Parigi), il Moulin Rouge è oggi un’attrazione turistica che conserva ancora il suo fascino storico.

La partecipazione agli spettacoli è costosa, non c’è modo di entrare a buon mercato. Tuttavia, se potete permettervi la spesa, i costumi colorati, l’ambiente di classe, le belle ragazze, le danze e le coreografie fanno un grande spettacolo che vale sicuramente la pena di vedere una volta nella vita.

La prenotazione con largo anticipo è fortemente raccomandata, il Moulin offre tre spettacoli al giorno (7 PM, 9 PM, e 11 PM) e diverse tariffe a seconda dei diversi fattori (con Champagne, con cena, posti privilegiati, ecc), vi lascio qui il link al Sito ufficiale del Moulin Rouge per prenotazioni e ulteriori informazioni.

Fuori dal Moulin Rouge, lungo tutto il Boulevard de Clichy, si sviluppa il famoso quartiere a luci rosse di Parigi. Qui puoi trovare innumerevoli altri cabaret (più economici), la più grande e ben fornita massa di sexy shop che tu abbia mai visto in vita tua, sexy-dance pub e divertimenti correlati. Sicuramente un must a Parigi e sicuramente un’esperienza divertente per le coppie.

 

TASSE D’INGRESSO

  • Ingresso adulti – da 89-410 Euro
  • Controlla il sito ufficiale per maggiori informazioni
  • Si raccomanda di prenotare in anticipo

ORARIO DI APERTURA

  • Spettacoli del Moulin Rouge 19.00 – 21.00 – 23.00

 

6. Museo d’Orsay

Il Museo d’Orsay, aperto nel 1986 in una ex stazione ferroviaria, continua il percorso artistico da dove il Louvre l’ha lasciato, e copre principalmente il periodo francese tra il 1850-1914.

In quei decenni, Parigi era il centro pulsante della scena artistica mondiale grazie ai suoi artisti che rompevano le convenzioni e alle loro audaci creazioni che spingevano sempre più in là i confini di ciò che era accettabile all’epoca.

Durante quegli anni, la capitale francese diede vita a una varietà di ondate artistiche che divennero famose in tutto il mondo e rivoluzionarono il mondo dell’arte: realismo, impressionismo e post-impressionismo. Il Museo d’Orsay offre le più grandi collezioni di tutte quelle del mondo!

Monet, Manet, Renoir, Cezanne, Gaugen, Van Gogh, Degas… sono solo alcuni degli artisti che potrete ammirare nel museo. L’intera collezione aperta ai visitatori è semplicemente incredibile.

Per passeggiare per tutto il museo (che è enorme ma molto più gestibile rispetto al Louvre) suggerirei di riservare tra 2-3 ore (a volte, per assimilare le informazioni al massimo, meno è meglio).

Assicuratevi anche di dare un’occhiata all’orologio del museo situato al 5° piano (che può essere facilmente trascurato se non lo conoscete); è una vista suggestiva, un luogo romantico per le foto e in generale un breve viaggio nel tempo.

TASSE D’INGRESSO:

 

  • Ingresso per adulti – 14 Euro
  • Età <18 – Gratis
  • Cittadino UE Età <25 – Gratis
  • Disabili/disoccupati – gratis
  • 1a domenica del mese – gratis per tutti

ORARI DI APERTURA:

  • Tu – P – Fr – Sa – Su 9.30-18.00
  • Th 9.30 – 21.45
  • Lunedì chiuso

 

 

7. Centro Pompidou

Se hai già attraversato i millenni di storia dell’arte al Louvre e al Museo d’Orsay, al Centre Pompidou troverai l’ultimo pezzo mancante del puzzle: i secoli XX e XXI!

Il Centre Pompidou, situato a pochi passi dal Louvre e dall’Ile de la Cite, è un complesso edificio futuristico che ospita il Museo Nazionale d’Arte Moderna, una delle più grandi collezioni d’arte moderna e contemporanea del mondo.

Trovare l’ingresso può essere un po’ complicato: dovrai fare il tuo biglietto al piano -1, e poi, nell’angolo nord-ovest dell’enorme struttura, troverai l’accesso all’ascensore o alle scale mobili.

Direi che 1,30/2 ore è una buona quantità di tempo per passeggiare nel museo e vedere la maggior parte dei punti salienti.

Il terzo e il quarto piano dell’esposizione sono focalizzati sull’arte moderna (astrazione, cubismo, surrealismo, espressionismo, fauvismo) e sull’arte contemporanea (pop art, arte concettuale e nouveau realisme). Se quello che stai cercando sono opere d’arte che ti fanno pensare, qui le troverai!

L’ultimo piano è normalmente utilizzato per mostre temporanee.

Mentre eravamo lì, abbiamo avuto la possibilità di visitare la mostra “Faire son Temps” di Boltanski ed è stato il punto culminante della nostra visita, quindi assicuratevi di dare un’occhiata anche alle gallerie temporanee perché sono veramente fatte con piena cura e professionalità! (l’ingresso è anche incluso nel biglietto del Museo senza costi aggiuntivi).

TASSE D’INGRESSO:

 

  • Ingresso per adulti – 14 Euro
  • Ingresso ridotto – 11 Euro
  • 1a domenica del mese – gratis per tutti

ORARI DI APERTURA:

  • Mo – We – Fr – Sa – Su 11.00 – 21.00
  • Th 1.00 – 23.00
  • Martedì chiuso

 

 

8. Ile de la Cité + Notre Dame

L’Ile de la Cité è un piccolo isolotto sulla Senna che si crede sia stato il luogo di nascita di Parigi (da cui la città ha iniziato ad espandersi dal 1° secolo a.C.) ed è considerato il centro e il cuore della capitale francese.

Situata nel centro geografico della Ville Lumiere, l’Ile de la Cite è oggi famosa per la prigione della Conciergerie (il luogo dove l’ultima regina di Francia fu imprigionata e attese l’esecuzione prima della rivoluzione francese) e, naturalmente, la gigantesca e iconica cattedrale gotica di Notre Dame.

Se qualcuno non sapesse di questa cattedrale, l’anno scorso (2019) ha fatto la notizia mondiale quando ha accidentalmente preso fuoco mentre era in ristrutturazione.

Il tetto di legno ha subito gravi danni e, anche se il parlamento francese ha già approvato un piano per ricostruire la cattedrale esattamente come era in precedenza, sembra che non sarà pronta e aperta al pubblico fino al 2024 (quando i Giochi Olimpici si terranno a Parigi).

La chiusura di Notre Dame ha sicuramente influenzato la vita, i commerci e l’afflusso turistico all’Ile de la Cite.

Tuttavia, nonostante non sia possibile visitare l’interno della chiesa, vi suggerirei comunque di fare una passeggiata sulla piccola isola dell’Ile de la Cite.

La Cattedrale è una vista incredibile anche da fuori e mentre è in costruzione. Inoltre, le rive della Senna dai ponti sono un bellissimo scenario a cui assistere, soprattutto di notte.

9. Disneyland Parigi

Andare a Disneyland Paris era il sogno di bambino della mia ragazza, e quindi era impossibile visitare Parigi e non passarci una giornata!

Personalmente, non mi sentivo affatto entusiasta del posto fino a quando sono arrivato all’ingresso, ma poi tutto è cambiato.

Il parco è ampio, pulito e ordinato. Molte attrazioni mi hanno sorpreso per la loro creatività e il livello di dettagli; gli spettacoli dal vivo sono fantastici e rivivere ancora una volta le favole che guardavi da bambino ti fa sicuramente tornare la nostalgia e ti riempie di gioia.

Rispetto ad altri parchi a tema che amo profondamente (es. Gardaland), Disneyland sembra più concentrato sui bambini più piccoli che sugli adulti (o possiamo anche dire che mira al bambino che c’è in ognuno di noi 😉 ). Non ci sono molte attrazioni adrenaliniche (e le poche, non sono affatto estreme); ma molte magiche avventure di scoperta.

Le attrazioni che mi sono piaciute di più sono state il Volo di Peter Pan (incredibilmente ben eseguito, ti sembra di volare veramente), It’s a Small World (un viaggio attraverso tutto il mondo in un modo MOLTO divertente, da viaggiatore del cuore l’ho amato), e la Crociera dei Pirati dei Caraibi (sembra veramente un film!).

La cosa migliore di Disneyland a mani basse (e tutti quelli a cui chiedi di farlo, diranno lo stesso!) è lo sbalorditivo spettacolo di chiusura di 20 minuti (che da solo vale il biglietto).

Infatti, ogni notte, il castello della Bella Addormentata nel centro del parco viene illuminato e utilizzato come un gigantesco schermo di proiezione per dare vita alle favole Disney con l’aiuto di musica ed effetti speciali (acqua, fumo, fuochi d’artificio e luci).

L’intero spettacolo è INCREDIBILE, ti fa scendere le lacrime di gioia negli occhi e ti riempie di fantasia e positività, davvero memorabile e impressionante; un’esperienza il cui ricordo dura per sempre.

 

TASSE D’INGRESSO:

 

  • I prezzi variano molto da un mese all’altro
  • C’è la possibilità di prendere un biglietto congiunto con il Disney Studio Park
  • Tutte le informazioni sui biglietti Disney qui.

ORARI DI APERTURA:

  • Aperto 365 giorni all’anno
  • Gli orari di apertura cambiano da un mese all’altro
  • Tutte le informazioni sugli orari di apertura di Disney qui.

 

 

10. Champs-Élysées + Arco di Trionfo

Uscendo direttamente dal Louvre, tutti perfettamente allineati, incontrerete i bellissimi Giardini Tuilieres (con il piccolo Museo dell’Orangerie), Place de la Concorde, gli Champs Elysee e l’Arco di Trionfo, per una passeggiata totale di circa 3 km).

GliChamps Elysees (Campi Elisi) sono il centro commerciale e di shopping di Parigi; consistono in un’ampia strada dritta costellata da una moltitudine di negozi di moda di alto livello, boutique, grandi catene di abbigliamento ma anche ristoranti, centri commerciali e imprese di ogni tipo e dimensione.

Fare una passeggiata sulla strada è sicuramente divertente: c’è letteralmente tutto ciò che si può pensare e, naturalmente, un sacco di gente in ogni momento. Questa zona è tra le più vivaci e affollate di Parigi, ma dato che gli spazi all’interno e all’esterno dei negozi sono generalmente molto ampi, non è mai troppo affollata.

All’estremità occidentale della strada, gli Champs Elysees terminano nella piazza Charles de Gaulle, dove si trova l’Arco di Trionfo.

Costruito per commemorare le vittorie della Francia dopo la rivoluzione, il monumento alto 50 metri è oggi un ulteriore punto di riferimento di Parigi e anche un ottimo posto da cui ammirare la Torre Eiffel (anche se io preferisco Trocadero, che è anche gratuito!)

 

TASSE D’INGRESSO:

 

  • Top Arco di Trionfo adulto – 13 Euro
  • Disabile, Disoccupato – Gratis
  • di età compresa tra <18 e cittadini dell’UE di età compresa tra <25 – Gratis

ORARI DI APERTURA:

  • Tutti i giorni: 10.00 – 22.30

 

 

11. Le catacombe

Sapevate che sepolta nel sottosuolo di Parigi c’è un’altra Parigi molto più oscura e sconosciuta?

La storia racconta che alla fine del XVIII secolo Parigi era letteralmente sommersa dai cimiteri e, poiché la necessità di spazio aumentava, bisognava fare qualcosa. Da qui, il progetto di costruire un ossario sotterraneo e spostare i resti di oltre 6 milioni (!!!) di persone in un tunnel abbandonato molto al di sotto della superficie della città.

Dopo essere state dimenticate per decenni, negli ultimi anni le catacombe sono state ristrutturate e trasformate in una sorta di museo. Se state cercando un’esperienza fuori dall’ordinario, storica e inquietante, questo è un posto che potreste voler vedere.

L’ingresso alle catacombe si trova nella parte sud del centro di Parigi, vicino alla stazione della metropolitana Denfert Rochereau. Per raggiungere il sito dovrai scendere (e poi risalire) una scala spinale di 130 gradini (che sembra non finire mai!) e un tunnel lungo e stretto scarsamente illuminato (evita assolutamente questa esperienza se soffri di claustrofobia).

All’interno delle cripte, ci sono mucchi di ossa, pareti di teschi e un’atmosfera cupa e tetra. Camminare per gli stretti e silenziosi sentieri sotterranei è un’esperienza forte che ti costringe a riflettere sulla realtà della vita (e della morte).

L’intera visita dura meno di un’ora. Dato che abbiamo visitato in gennaio e nel tardo pomeriggio, le catacombe erano praticamente vuote, quindi non abbiamo trovato nessuna coda e l’esperienza si è sentita tranquillamente intima.

In alta stagione, però, abbiamo sentito che la coda per comprare i biglietti può essere piuttosto lunga, quindi pensate a prendere i biglietti in anticipo o a evitare le ore di punta.

TASSE D’INGRESSO:

 

  • Adulto – 14 Euro
  • Biglietto d’accesso rapido per adulti – 29 Euro
  • Disabili, disoccupati e di età compresa tra < 18 – Gratis
  • dai 18 ai 26 anni – 12 Euro
  • Audio guida – 5 Euro
  • Inhabitants of Rome City – Free (bonus curiosità, Roma e Parigi sono città gemelle 😉 )

ORARI DI APERTURA:

  • Tu – We – Th – Fr – Sa – Su 10,30 – 20,30
  • Ultimo ingresso alle 19.30
  • Lunedì chiuso

 

 

12. Versailles

Situata nella zona 4 della RER, alle porte di Parigi, si trova la monumentale e oltremodo maestosa Reggia di Versailles, patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Residenza dei monarchi francesi dal 1682 fino all’inizio della rivoluzione francese nel 1789 (da Luigi XIV a Luigi XVI) e Famosa in tutto il mondo per il Trattato di Versailles che pose fine alla terribile Prima Guerra Mondiale all’inizio del secolo scorso, Versailles è oggi uno dei siti più visitati in Francia (e merita totalmente la sua fama!).

Con i suoi giganteschi 67.000m², gliimmensi giardini musicali immacolati, il ricco patrimonio artistico e la sua lunga storia, gli incredibili saloni affrescati, le enormi gallerie, gli appartamenti e la rinomata Sala degli Specchi, il Palazzo è un luogo da non perdere se si soggiorna a Parigi per almeno una settimana.

In effetti, una visita al sito richiede sicuramente una giornata intera: in estate, i fiorenti giardini esterni e le fontane che scorrono sono più piacevoli; in inverno, la visita sarà più concentrata sugli interni del palazzo (con molta meno folla).

Per raggiungere Versailles dal centro di Parigi, dovrai prendere il treno RER C5 (linea gialla) fino al terminal di Versailles.

 

TASSE D’INGRESSO:

 

  • Biglietto Passaporto Adulto – 20 Euro
  • Biglietto Passaporto Adulto (con Fontane Musicali + Giardini Musicali) – 27 Euro
  • Passaporto di 2 giorni per adulti – 25-30 Euro
  • Solo Palazzo – Adulto 18 Euro
  • Tenuta di Trianon – 12 Euro
  • di età compresa tra <18, EU <26, disabili – Gratis

ORARI DI APERTURA:

  • Tu – P – Th – Fr – Sa – Su 9.00 – 18.00 (bassa stagione)
  • Tu – Noi – Th – Fr – Sa – Su 9.00 – 20.30 (alta stagione)
  • Lunedì chiuso

 

 

Conclusione

Questi erano i migliori 12 posti che vi suggerirei di visitare durante il vostro primo viaggio a Parigi.

Tutti sono assolutamente spettacolari e credetemi, sono ancora solo una piccola parte della bellezza e dell’arte straripante che pervade ogni piccola strada e caffè del centro della capitale francese.

Se vuoi saperne di più su come muoversi tra le attrazioni quando sei a Parigi, assicurati di controllare il mio articolo Parigi: Mappa degli hotspot e guida ai trasporti pubblici per tutte le informazioni di cui potresti aver bisogno (io ci sono stato per ore a cercarle, quindi ho pensato di condividerle tutte in un unico posto per risparmiare tempo).

Inoltre, se hai altri suggerimenti sui posti da vedere a Parigi (ci tornerò di sicuro!), vuoi condividere il tuo punto di vista su alcune attrazioni parigine o semplicemente metterti in contatto con me, fammelo sapere nei commenti qui sotto 🙂

Grazie per la lettura 🙂

 

Parigi: Cosa mettere in valigia per il tuo viaggio?

Parigi: Cosa mettere in valigia per il tuo viaggio?

Pensa alla moda! Situata nell'entroterra dell'Europa occidentale, Parigi gode di un clima mite tutto l'anno, con temperature fredde ma non gelide in inverno (min. 3-4 C°, raramente picchi sotto 0°) e piacevolmente calde ma non torride in estate (max. 25-28 C° - anche...

Parigi: 10 curiosità di cui non hai mai sentito parlare

Parigi: 10 curiosità di cui non hai mai sentito parlare

"Imparare alcuni fatti interessanti, e vedere la città con altri occhi". Parigi è un capolavoro. Attraverso più di 2 millenni di storia, la città ha accumulato un patrimonio culturale come pochi altri luoghi al mondo. Passeggiare a caso per le strade di Parigi è già...

Parigi: Mappe degli hotspot e guida ai trasporti pubblici

Parigi: Mappe degli hotspot e guida ai trasporti pubblici

La mappa dei Posti più BelliEcco la Mappa delle attrazioni di Parigi che vi aiuterà a navigare la città. Puoi cliccare sui vari pin per maggiori informazioni sui luoghi. Nota che ho incluso tutti i luoghi dell'articolo precedenteParigi: I migliori 12 posti che devi...

Parigi: quanto costa visitarla?

Parigi: quanto costa visitarla?

Parigi, quanto mi costi? Rispetto a molte altre destinazioni, Parigi è cara. Essendo la capitale della Francia e una delle città più iconiche e rinomate d'Europa, cuore mondiale dell'alta moda e meta ambita per fughe romantiche e viaggi culturali, non c'è da...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *