10 Curiosità Interessanti su Città del Capo

segreti di città del capo svelati - io davanti alla cornice di table mountain

Città del Capo è una città multiculturale situata nella Penisola del Capo e a nord del Capo di Buona Speranza in Sudafrica.

Dal famoso discorso di Nelson Mandela liberato dopo la prigionia nel 1990, alla Coppa del Mondo di calcio del 2010 e all’estrema siccità del 2018, Città del Capo è una città che ha fatto notizia più volte nella storia.

Ad oggi, è una delle città più conosciute dell’Africa per le sue bellezze naturali, il suo complesso patrimonio culturale e il suo significato storico-culturale.

In passato, ho avuto l’opportunità di visitare questa splendida città con mia sorella per circa una settimana, e qui vorrei condividere con voi 10 Curiosità Sorprendenti che ho scoperto durante il mio viaggio e che mi hanno portato a vedere Città del Capo da una nuova prospettiva…

Sono sicuro che anche voi ne rimarrete molto sorpresi! 😉

Cominciamo subito! 😀

 

Scopri 10 curiosità su Città del Capo

e cambia le lenti attraverso cui vedi questa Città! 🙂

1. Città del Capo è anche chiamata “Città Madre”,

in quanto è stato il primo insediamento europeo in Sudafrica.

città del capo - città madre - antico disegno di come era

Città del Capo è anche soprannominata la “Città Madre” (“Mother CIty” in inglese), in quanto fù il primo insediamento europeo in Sudafrica.

Il primo europeo a raggiungere la zona fu l’esploratore portoghese Bartolomeu Dias, che inizialmente chiamò la terra a cui si avvicinò “Capo delle Tempeste” a causa delle coste tempestose che incontrò sul suo cammino.

Qualche anno dopo, il re del Portogallo Giovanni II lo ribattezzò in “Capo di Buona Speranza”, mosso dal grande ottimismo di aprire una nuova rotta marittima verso l’India.

Nel 1497, anche Vasco de Gama registrò l’avvistamento del Capo di Buona Speranza e, nei decenni successivi, molte barche olandesi e inglesi si fermavano a Capo di Buona Speranza per una pausa ristoratrice.

Solo nel 1800, però, nacque un primo insediamento permanente chiamato “Città del Capo”.

Nel 1814, dopo alcuni anni di scontri, l’Inghilterra conquistò definitivamente il territorio dagli olandesi e per quasi due secoli contribuì a trasformarlo nel più grande centro economico del Sudafrica, dandogli il nome di “Città Madre”.

 

2. Città del Capo è sinonimo di Avventura,

perché offre le Attività di Intrattenimento più Folli

paracadutismo a città del capo

In passato abbiamo parlato molto di di quanto sia pazzesca Città del Capo, se volete divertirvi!

Se vi piace l’adrenalina come me, potete fare paracadutismo (sì, sono io che sorvolo Città del Capo nella foto qui sopra! 😉 ), o magari fare un tour della città a bordo di un elicottero della guerra del Vietnam!

Se vi piacciono le cose più chill-out, potete fare una passeggiata sulla Table Mountain, bere una tazza di vino al Waterfront o magari ballare su un catamarano al tramonto mentre il sole si tuffa nell’oceano!

Oppure, se vi piace fare festa con i vostri cari, potete esplorare la moltitudine di locali eccitanti e diversi di Città del Capo: dai luoghi hippy più tranquilli ai disco pub non-stop, ai giardini eleganti per famiglie e alle discoteche, Città del Capo ha opzioni per tutti i gusti!

Città del Capo è una città che non dorme mai, quindi perché dovreste farlo voi?! 😉

 

3. Città del Capo è una delle Tre

Capitali del Sudafrica

Le tre capitali del Sudafrica su una cartina - Città del Capo legislativa - Bloemfontein giudiziaria - Preotria amministrativa

Il Sudafrica è l’unico Paese al mondo ad avere non una, non due, ma addirittura TRE capitali!

Da nord a sud, sono:

  • Pretoria è la capitale amministrativa
  • Bloemfontein, è la capitale giudiziaria
  • Città del Capo è la capitale legislativa

La ragione delle tre capitali è ovviamente quella di mantenere in equilibrio i poteri governativi non solo politicamente, ma anche geograficamente.

Esiste una capitale per ogni ramo del governo del Paese (il governo è diviso in tre diversi rami: legislativo, esecutivo e giudiziario).

4. Robben Island è stata

una Prigione Super Inaccessibile

isola di robben

La Robben Island è un’isola piuttosto grande, visibile da tutte le zone costiere di Città del Capo.

Oggi l’isola è una delle attrazioni turistiche più popolari della città, ma non è sempre stato così!

In passato infatti, era un carcere di massima sicurezza da cui era impossibile fuggire: anche Nelson Mandela trascorse 18 anni della sua vita imprigionato su quest’isola!

Per raggiungere l’isola, abbiamo fatto un giro in barca veloce di 30 minuti, e le onde per raggiungere l’isola erano enormi: persone che urlavano come i pazzi, giubbotti di salvataggio che cadevano e bambini che volavano a destra e a sinistra, la barca che saltava su e giù…

Non era nemmeno la giornata più tempestosa (solo parzialmente nuvolosa), ma quando siamo arrivati eravamo contenti di toccare il suolo senza vomitare l’anima!

Capimmo chiaramente perché si trattava di una prigione di massima sicurezza: le correnti oceaniche tra Città del Capo e Robben Island sono così forti che qualsiasi tentativo di fuga a nuoto sarebbe stato semplicemente un suicidio!

In definitiva, la visita all’isola è a nostro avviso qualcosa di imperdibile se siete interessati a conoscere la storia di Città del Capo e a comprendere appieno le radici della sua cultura attuale!

5. Vicino a Città del Capo,

è possibile trovare i pinguini!

pinguini su una spiaggia di Città del Capo

Sì, vicino a Città del Capo si trovano i pinguini… ma non pochi, centinaia! 😀

Dal 1982, infatti, una colonia di pinguini africani ha trovato una nuova casa a Boulder Beach, pochi chilometri a sud di Città del Capo.

L’area è oggi una riserva nazionale protetta (non si può camminare sulla spiaggia, ma solo su delle passerelle in legno), dove è possibile vedere questi piccoli pinguini nuotare e godersi il sole.

Un fatto divertente che abbiamo notato mentre li osservavamo è che tendono a camminare in coppia (così carini!) e che sono una specie molto più piccola del pinguino imperatore che normalmente immaginiamo nella nostra mente quando pensiamo ai pinguini: questi sono alti appena 30-40 cm (quindi doppiamente carini e tenerelli!) 😀

6. La Table Mountain è il simbolo di Città del Capo,

e la funivia è un’esperienza!

table mountain a capetown

Estremamente fotogenico, alto 1086 metri ed incredibilmente piatto (come un tavolo!), il Table Mountain è l’indiscusso punto di riferimento di Città del Capo ed una delle meraviglie naturali del mondo che vi consiglio di vedere almeno una volta nella vita!

Nonostante le sue dimensioni imponenti, raggiungere la sua vetta è piuttosto facile grazie ad una moderna funivia che porta direttamente in cima (il prezzo del biglietto è di circa 20 euro per l’ andata e il ritorno).

La corsa è un’esperienza unica: si può vedere tutta Città del Capo dall’alto mentre si è sospesi in aria a non so quante centinaia di metri da terra! 😀

L’alternativa alla funivia è un’escursione gratuita ma ripida (di 3 ore) fino alla cima (fattibile se si è in buone condizioni fisiche, ma un po’ da incubo se si pensa di farla in una calda giornata estiva)!

La cima della Table Mountain è relativamente pianeggiante e facile da percorrere per chiunque: ricordate solo la crema solare e un cappello perché non c’è quasi ombra (è piatta e senza alberi!) 😉

7. Il traffico a Città del Capo è un casino pazzesco!

il traffico di cape town è pazzesco

Il traffico a Città del Capo è un casino pazzesco!

Abbiamo guidato in città per una sola settimana, e credo di non aver mai visto così tanti incidenti in tutta la mia vita da viaggiatore: auto fuori strada, un furgone girato su un fianco, incidenti nella corsia accanto a noi… è stato un viaggio a dir poco “immersivo”, per usare un eufemismo!

Le cose più pericolose che abbiamo visto sulla strada sono stati i “minivan-taxi” bianchi per i “quartieri colorati”.

Che cosa sono?

Secondo quanto ci hanno spiegato alcuni abitanti del luogo: sono taxi per i quartieri più poveri, che servono persone che possono permettersi di pagare solo una manciata di Rand per entrare e uscire dalla città.

Questo prezzo al ribasso, costringe i tassisti a vivere della QUANTITA’ di persone che riescono a spostare.

In poche parole, gli autisti sono costretti a correre come pazzi nel traffico nel tentativo di guadagnare abbastanza soldi per arrivare a fine giornata, con il rischio di rimetterci le penne!

Questo è ovviamente pericoloso sia per loro, per le altre auto e anche per i loro passeggeri!

Sebbene il problema stia migliorando leggermente anno dopo anno, c’è ancora molto da fare e il traffico a Città del Capo rimane caotico e selvaggio (sempre per usare un eufemismo).

Consiglio se guidi: occhi apertissimi!

8. Al Waterfront, ci sono

Quattro statue di quattro premi Nobel sudafricani

le statue del lungomare di città del capo con l'aggiunta dei loro nomi

Il lungomare del Waterfront è uno dei quartieri più popolari, vivaci, turistici e sicuri di Città del Capo.

Proprio nella piazza centrale, in un punto in cui è impossibile non notarle, ci sono quattro statue di dimensioni più grandi di quelle umane, che sorridono alla piazza principale, con il Table Mountain porto alle loro spalle.

Quando li ho visti per la prima volta, ho riconosciuto Nelson Mandela (l’ex presidente del Sudafrica) sulla destra.

Ma chi sono gli altri tre?

Dopo alcune ricerche, ho scoperto che le quattro statue rappresentano quattro sudafricani che hanno vinto il premio Nobel per la pace.

In ordine da sinistra a destra, sono:

  • Albert Lutuli (ex leader del partito nazionalista che ha promosso la non violenza, premio Nobel nel 1960),
  • Desmond Tutu (arcivescovo anglicano che ha lottato contro l’apartheid – Premio Nobel 1984)
  • Frederick W. De Klerk (Presidente sudafricano che liberò Nelson Mandela e concesse a tutti i diritti civili dei bianchi – Premio Nobel nel 1993)
  • Nelson Mandela (attivista sociale e primo presidente non bianco del Sudafrica – premio Nobel nel 1993 con De Klerk)

9. Città del Capo è rinomata per la sua produzione di vino

e molti produttori di vino sono aperti alla degustazione!

i nostri bicchieri durante un tour del vino a stellenbosch

Il Sudafrica è un paese vinicolo. Punto!

Da spassionato amante della birra, all’inizio mi ha fatto arrabbiare scoprire che gli unici negozi di alcolici aperti la domenica possono vendere solo vino, ma non birra (incredibile!). Mi sono sentito abbastanza discriminato, ma vabbè…paese che trovi, usanze che trovi!

A quanto pare, il vino locale in Sudafrica gode di ampie agevolazioni fiscali (è molto più economico del vino e delle birre importate) e di un occhio di riguardo (protezionismo *cough*) da parte del governo sudafricano.

Detto fatto, costretto da un’improvvisa sete domenicale, ho deciso di unirmi a mia sorella per un tour enologico a Stellenbosch, un’incredibile valle del vino situata alle porte di Città del Capo.

Dopo qualche sosta in un paio di cantine qua e là, la mia frustrazione per la mancata birretta è passata in fretta: la cultura del vino a Città del Capo ha davvero il suo sapore!

Non solo ho scoperto che le aziende vinicole di Città del Capo sono di altissimo livello (e non hanno nulla da invidiare a tanti vini italiani o vini francesi di tendenza), ma sono anche estremamente aperti ai visitatori: in un tour di degustazione di vini si paga in media 1-2 euro a bicchiere di vino, e si può gusto del buon vino in luoghi che sono straordinari!

10. Città del Capo è una delle

Città più Giovani del Mondo

via dei giovani di città del capo

Quando si cammina o si guida per Città del Capo, salta subito all’occhio la quantità sproporzionata di bambini e ragazzi rispetto agli anziani (almeno per gli standard europei!).

Il fatto è che Città del Capo è una delle città più “giovani” del mondo, con un’età media della popolazione di appena 29 anni.

Rispetto all’età media di Londra (37 anni), New York (38 anni), Roma (46 anni) o Tokyo (48 anni), sembra un’istantanea demografica piuttosto diversa!

La giovane popolazione di Città del Capo è anche uno dei motori che rendono questa città così energica e lungimirante, e che contribuiscono a far crescere il turismo di Città del Capo ed a rendere la città così attraente come lo è oggi (oltre 5 milioni di visitatori arrivano a Città del Capo ogni anno!).

Conclusione

Io e mia sorella a Capo di Buona Speranza, punto più a sud-ovest dell'Africa

Ed eccoci arrivati alla fine dell’articolo!

In questo post, abbiamo visto 10 fatti curiosi e divertenti su Città del Capo provenienti direttamente dalla nostra esperienza nella Mother City:)

Ora sapete che Città del Capo è una città giovane e amante del vino.

Ora  sapete che è piena di divertimenti e di traffico pazzesco, con un patrimonio culturale di enorme valore!

E ora sapete pure che a Città del Capo si trovano anche centinaia di simpatici e tenerelli pinguini africani.

Direi che è arrivato il momento che vi organizziate per vedere tutto questo con i vostri stessi occhi! ;D

In definitiva, spero che abbiate trovato questo articolo interessante, divertente e soprattutto utile per focalizzare Cape Town sotto un’altra luce 🙂

Prima di andare, vorrei chiederti:

  • Ti è piaciuto l’articolo?
  • Conoscevi già alcune di queste curiosità?
  • Conosci altre curiosità su Città del Capo che potrebbero entrare in questa lista?

Fammelo sapere nei commenti qui sotto! 😀

Grazie per aver letto,

e ci vediamo nel prossimo articolo! 😀

15 Curious Fun Facts about Liverpool that will Surprise you!

15 Curious Fun Facts about Liverpool that will Surprise you!

Liverpool is a lively city and metropolitan borough located on the north-west coast of English and the capital of the English county of Merseyside, which is visited yearly by more than 1 million international tourists and 1,5 domestic visitors annually. A stunning...

10 Reasons why Traveling Europe by TRAIN is Awesome!

10 Reasons why Traveling Europe by TRAIN is Awesome!

Europe is probably the most inter-connected continent in the world: low-cost airlines, long-haul buses, generally well-maintained roads, and of course...trains! The European rail network is extremely vast, as trains have played a major role in developing the whole...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *