camperizzare van - installare i pannelli solari sul furgone camperizzato

Di quanti pannelli solari hai bisogno sul tuo Camper?

 

Mono o policristallino?

 

Come fissarli sul tetto del tuo furgone camperizzato?

 

Qui troverai tutte le risposte alle tue domande 🙂 

 

CAMPER IN LIBERTA’: IL PIACERE DI STACCARSI DALLA RETE!

Quando decisi di camperizzare un furgone, la mia idea era una: viaggiare in lungo e in largo, lontano dalle strade più battute, nei posti remoti dove facendo backpacking (che comunque adoro!) è difficile arrivare.

Per questo, non volevo costruire un camper normale. Non volevo dipendere dalla colonnina di corrente ad ogni sosta.

Il mio obiettivo era creare un van che potesse rimanere staccato dalla rete il più a lungo possibile; che potesse sopravvivere autonomamente off-grid anche per settimane. Per questo motivo, il fatto di installare dei pannelli solari era nella mia testa una scelta banalmente ovvia.

I pannelli solari al giorno d’oggi hanno raggiunto delle prestazioni davvero degne di nota (e migliorano continuamente!). Alimentare le tue luci, il frigo, la ventola, l’inverter e tutti gli apparati elettrici del tuo furgone camperizzato solamente attraverso l’energia solare non è più un miraggio!

In questa guida, ti spiegherò nei dettagli tutto ciò che ti serve sapere sui pannelli solari per il tuo van: i tipi di pannelli solari che esistono sul mercato, quali scegliere, come utilizzarli al meglio, come fissarli al tetto del tuo van, come connetterli nella maniera giusta e molto altro.

Se anche tu sogni di viaggiare staccato dalla rete elettrica, questo articolo è quello giusto per te! Buona lettura 🙂

Ultimo Aggiornamento: 08/01/2023

 

1. Di quanti Watt di energia solare hai bisogno

nel tuo Furgone Camperizzato / Camper?

quanti pannelli solari servono furgone camperizzato

1.1 La potenza solare ideale in Camper: caricare le tue batterie in una giornata

Come abbiamo visto nell’articolo Maxi-Guida all’Impianto Elettrico di un Furgone Camperizzato, prima di cominciare ad acquistare qualunque accessorio elettrico ed a cablare il tuo impianto, la prima cosa da fare è capire il tuo fabbisogno energetico giornaliero ed acquistare delle batterie servizi adatte a soddisfarlo.

Se ancora non l’hai fatto, ti consiglio di leggere la Maxi-Guida prima di questo articolo, e tornare una volta sicuro del tuo fabbisogno energetico.

Se invece l’hai già fatto, probabilmente già sai quanti ah (Amper/ora) di batterie avrai bisogno per soddisfare le tue esigenze. Nel mio caso per esempio, avendo voluto installare un piano elettrico ad induzione per cucinare oltre che ai vari accessori a 12V, il mio consumo giornaliero massimo stimato è risultato in 300ah (o un poco meno). 

Idealmente, un buon impianto solare dovrebbe riuscire nella maggior parte delle giornate a caricare totalmente le tue batterie servizi nell’arco di tempo che va dall’alba al tramonto.

Come puoi ben intuire, non tutte le giornate saranno ideali: quando è nuvolo il rendimento dei pannelli solari si riduce (comunque non a zero). Le giornate d’inverno sono più corte, ci sono meno ore di sole ed i raggi sono meno perpendicolari ai pannelli. In alcuni posti l’unico parcheggio disponibile è all’ombra. A volte può piovere o nevicare.

Nonostante in alcune situazioni la ricarica coi pannelli solari sarà dura o impossibile (e per questo consiglio di installare differenti metodi di ricarica, come l’alternatore o l’ingresso per colonnina/generatore come spiego nella guida completa all’impianto elettrico), quello a cui dovresti mirare è, ancora una volta, di avere una potenza solare sufficiente per ricaricare totalmente le batterie la maggior parte delle giornate.

1.2 Capire la Potenza dei Pannelli Solari per il tuo Furgone Camperizzato

installare pannelli solari sul camper fai da te

La potenza nominale dei pannelli solari viene misurata in Watt.

Che significa? Significa che quando dovrai acquistare i tuoi pannelli solari per il tuo furgone camperizzato, il dato più importante da controllare (degli altri parleremo dopo) è il Wattaggio.

Un pannello solare da 100Watt produce in condizioni normali circa 100Watt ogni ora (un po’ di più in estate, un po’ meno in inverno), produce una quantità d’energia doppia rispetto ad un pannello da 50Watt, e metà rispetto ad uno da 200Watt.

Oltre ai alla potenza (misurata in Watt), i pannelli solari sono caratterizzati anche da un voltaggio (misurato in Volt) che descrive il livello di tensione a cui operano i pannelli. Non darci troppo peso al momento, di questo parleremo dopo.

L’importante per ora da tenere a mente, che il Wattaggio è la cosa più importante, e che un pannello solare da 100Watt produce nominalmente 100Watt di corrente in una ora (100Watt/ora), indipendentemente dal suo voltaggio (sia esso 12V, 24V,48V o altro).

Come già sai, la capacità delle batterie viene misurata in ah (amper/ora) ed il voltaggio normale delle batterie servizi è 12Volt.

Partendo dalla sacra formula dell’elettricità:

Watt = Amper * Volt

Possiamo quindi arrivare a capire quanti Watt di pannelli solari ci servono per ricaricare le nostre batterie in una determinata giornata di “x” ore.

Watt*Ore = Amper/ora * Voltaggio della Batteria

Inserendo i dati delle batterie del mio furgone camperizzato nella formula come esempio (300ah di batterie Lifepo4 a 12V), e le ore minime di sole in inverno in Italia (8 ore) troviamo che:

Watt*8ore = 300ah * 12Volt

Watt*8=3600

Risolvendo la formula trovo che per ricaricare totalmente le mie batterie in una giornata con 8 ore di sole, mi serviranno almeno:

Watt = 3600/8 = 450 Watt di pannelli solari

Questo significa che con 8 ore di sole, dei pannelli solari da 450Watt sarebbero in grado di ricaricare totalmente le batterie servizi del mio van (300ah) in inverno in Italia (l’Italia in media riceve 14-15 ore di sole d’estate, e 8-9 in inverno). 

Ovviamente la teoria non è la vita reale. Infatti almeno in paio d’ore di luce di una giornata (all’alba e al tramonto) i raggi solari sono talmente inclinati rispetto ai pannelli solari che quasi non producono corrente, mentre nelle altre ore invernali è già tanto se si arriva ad una produzione del 50%.

Per questo, avendo spazio libero sul tetto del mio furgone camperizzato, io ho preferito installare 3600Watt/6ore = 600Watt di pannelli solari ; in modo da poter ricaricare le mie batterie al 100% con solamente 6 ore di sole (o comunque andarci vicino).

In questa maniera, anche nel caso viaggiassi più a nord (dove d’inverno le ore di sole sono minori) otterrei comunque una decente dose di ricarica. In estate ovviamente, i pannelli solari non avranno problemi a caricare il banco batterie e ci metteranno molto meno che in inverno; però è bene sempre pensare e pianificare per lo scenario peggiore. 

NOTA: Il costo dei pannelli solari, rispetto ad altri componenti di un sistema elettrico (batterie, regolatore di carica), non è eccessivo. Il mio consiglio è, se hai spazio libero sul tetto del tuo van, di sovradimensionare il tuo impianto solare di un 25-30% rispetto alle tue necessità normali. In questo modo le batterie si ricaricheranno più velocemente ed otterrai una ricarica quasi totale anche in quelle giornate con condizioni meteo sfavorevoli.

Aggiornamento dopo un anno di utilizzo full-time: la potenza nominale dei pannelli è difficile da raggiungere. Il nostro impianto da 600W di pannelli è arrivato a produrre oltre 500W di potenza istantanea in estate, mentre arriva appena a 300W in inverno. Se non avessimo sovra-dimensionato l’impianto solare rispetto ai nostri calcoli, sarebbe risultato insufficiente. Invece così, insieme agli alla ricarica dall’alternatore, ci ha comunque permesso di coprire i nostri consumi anche d’inverno. Consiglio: se pianifichi di consumare tanta energia elettrica (es. per cucinare ad induzione), ottimizza al meglio lo spazio sul tetto per mettere quanti più pannelli possibile! 🙂

2. Che Pannelli Solari Esistono e Quali sono i Più Adatti per un Furgone Camperizzato / Camper

Al momento, i pannelli solari sul mercato si dividono principalmente in tre categorie: monocristallino, policristallino e film sottile (detto anche amorfo).

Prima di tutto, è importante dire che il funzionamento di tutti i pannelli, come il loro rendimento ed il loro prezzo è simile. Se un tempo c’erano grandi differenze sia in termini di prezzo che di rendimento, al giorno d’oggi le tecnologie del monocristallino, del policristallino e, negli ultimi 2-3 anni anche dell’amorfo, sono molto vicine e per molti aspetti si equivalgono.

Vediamo quindi di seguito le piccole differenze tra i tre tipi di pannelli solari che puoi considerare per il tuo furgone camperizzato.

Se invece vuoi sapere direttamente che pannelli solari ho scelto per il mio van e leggere i miei consigli finali , salta a 2.5.

2.1 TIPI DI PANNELLI FOTOVOLTAICI PER IL TUO CAMPER FAI-DA-TE

Monocristallino
pannello solare monocristallino

 

Rendimento tra il 16/20%

Lavora meglio quando i raggi sono perpendicolari al pannello

Costo leggermente più alto del policristallino

Produce leggermente meno energia all’alba/tramonto rispetto ad un poli

 

Policristallino
pannello solare policristallino

 Rendimento 16/20%

Lavora leggermente meglio con nebbia e raggi inclinati

Costo leggermente più basso del monocristallino

La tecnologia più diffusa nel mondo al momento

 

Film Sottile / Amorfo 
pannello solare film sottile amorfo

 

Rendimento medio 12-16%, ma alcuni più costosi arrivano al 20%

A parità di potenza, richiede un’area maggiore

Lavora leggermente meglio ad alte temperature e con poca luce

Tecnologia in più rapida evoluzione ed a minor impatto ambientale 

Come puoi vedere, i rendimenti energetici dei tre tipi di pannelli solari quasi si equivalgono. Nonostante ciò, avendo uno spazio molto limitato dove poter installarli (il tetto del furgone che vuoi camperizzare), piccole differenze di rendimento alla fine della giornata possono avere un impatto significativo.

Per questo motivo, io nella mia scelta mi sono sentito di escludere i pannelli amorfi (12-16% rendimento vs 16-20% del mono/policristallino): necessitando tanta energia elettrica (per il piano ad induzione) avevo bisogno di sfruttare al massimo ogni centimetro disponibile e per questo ho preferito orientare la mia scelta sulle prime due tecnologie.

Non per questo tu devi scartare immediatamente l’opzione dei pannelli a film sottile: se per il tuo progetto di camperizzazione hai delle esigenze elettriche moderate i pannelli amorfi potrebbero esser comunque un’idea da considerare: a volte si trovano occasioni a buon prezzo e da un punto di vista ambientale, sono i pannelli più sostenibili.

2.2 MONO O POLICRISTALLINO? COME SCEGLIERE I PANNELLI SOLARI GIUSTI PER IL TUO CAMPER?

Muovendo ora la nostra attenzione sui pannelli monocristallini e policristallini, ti dico una cosa: dopo tante, tante, tante ricerche, quello che ti posso dire è che le due tecnologie praticamente si equivalgono ed i prezzi sono simili.

Un tipo funziona leggermente meglio con i raggi del sole perpendicolari, l’altro con i raggi inclinati; uno con le temperature leggermente più basse, uno leggermente più alte etc… alla fine della giornata, la loro produzione teorica è praticamente identica, quindi il mio consiglio è di non arrovellarti troppo nella scelta tra le due tecnologie.

Più che trovare delle ragioni per scegliere tra pannelli solari monocristallini o policristallini infatti, i fattori che secondo me dovrebbero orientare la tua scelta sono:

  • il produttore dei pannelli (meglio reputabile e serio)
  • il rendimento (visibile sulla scheda tecnica di ogni pannello fotovoltaico)
  • la garanzia di rendimento (data dal produttore e dal venditore).
  • le proporzioni (a seconda del tetto del tuo van, alcune combinazioni lunghezza-larghezza possono esser più comode o adattarsi meglio di altre in termini di utilizzo dello spazio)
  • il costo  (i prezzi dei pannelli solari variano molto, a seconda del rivenditore puoi trovarli per il doppio come per la metà)

Riassumendo il concetto, non è tanto importante scegliere tra monocristallino o policristallino (fanno praticamente lo stesso lavoro!), ma scegliere tra i moduli specifici che trovi sul mercato.

2.3 PANNELLI SOLARI CAMPER: RIGIDI O FLESSIBILI?

Oltre ad i pannelli solari tradizionali (con supporto rigido in alluminio), negli ultimi anni stanno prendendo sempre più piede anche i pannelli solari flessibili. 

Questo tipo di pannelli, sfruttano le stesse tecnologie precedenti (film sottile, ma anche monocristallino e policristallino) ed hanno la peculiarità di potersi flettere (fino a 30°).

Essendo privi di supporto rigido e molto più sottili dei pannelli tradizionali, i pannelli flessibili sono molto più leggeri (fino a 10 volte) rispetto ai pannelli tradizionali.

Per questo motivo, sono sicuramente un’opzione da considerare per il tuo van camperizzato: sono più facili da installare (non necessitano di supporti, alcuni sono già adesivi) e nel lungo termine possono portare ad un minor consumo di carburante.

Il risvolto della medaglia però, è che i rendimenti sono normalmente minori dei pannelli tradizionali (a parità di area occupata); oppure i prezzi sono molto più alti (a parità di rendimento).

PRO

  • Veloci e Facili da Installare
  • Pesando poco, riducono il consumo di carburante

CONTRO

  • Rendimento generalmente Minore (14-16%)
  • Quelli più performanti (18-20%) costano significativamente di più rispetto ai moduli tradizionali
  • Sono meno robusti, e si graffiano più facilmente
  • Non mantengono un gap d’aria sotto il pannello, il che può portare ad un surriscaldamento eccessivo quando le temperature sono alte (estate)

moduli pannelli solari flessibili per camper

Personalmente, dopo aver considerato i pro ed i contro, ho deciso di fidarmi della maggior robustezza dei pannelli classici. I fattori che hanno influenzato maggiormente la mia scelta sono stati il maggior rendimento (avevo bisogno di sfruttar al massimo l’area disponibile sul tetto del mio van) e la maggior longevità.

Sicuramente, aver meno peso a bordo (circa 20kg a pannello solare) può portare a dei risparmi nel lungo periodo; però se un pannello dovesse rompersi, rimpiazzarlo costerebbe di più dei risparmia salvati.

Detto questo, ripeto che queste erano mie considerazioni, e non per questo è detto che ciò che andava bene per il mio progetto di camperizzazione vada bene per il tuo e viceversa. Alla fine, ogni camperizzazione è un universo a se :)

Quindi, considera i pro ed i contro di ciascun tipo di modulo solare e prendi la tua decisione in base alle TUE esigenze 😉

2.4 Capire e Scegliere il corretto voltaggio per i Tuoi Pannelli Solari

Come abbiamo visto all’inizio di questo articolo, la potenza pannelli solari si misura in Watt (W), che è data dal voltaggio a cui lavorano i pannelli (Volt), moltiplicato per l’intensità di corrente che trasmettono ai cavi (Ampere).

Sul mercato, puoi trovare pannelli solari con la stessa potenza (per esempio 100Watt), ma che lavorano a voltaggi differenti (12V, 24V, 48V etc.) e che rilasciano la corrente ad intensità diverse (8A, 4A, 2A etc.).

Quali sono le differenze tra i vari pannelli di diverso voltaggio?

  • 100 Watt sono 100 Watt, indipendentemente dal voltaggio del modulo solare che li produce

  • Più il voltaggio dei pannelli è alto, minore sarà l’intensità di corrente (W=A*V) rilasciata e quindi minore sarà la sezione dei cavi necessari a collegare i pannelli

  • Il Voltaggio dei pannelli è indifferente fino a quando hai un regolatore di carica in grado di trasformare la corrente rilasciata dai pannelli solari in corrente a 12V utile per ricaricare le tue batterie servizi

Riassumendo, nel momento in cui dovrai scegliere dei pannelli solari, è importante essere sicuro che il regolatore di carica che hai deciso di installare possa trasformare l’energia prodotta in energia usufruibile dalle tue batterie.

Se non sai cos’è un regolatore di carica (un’accessorio elettrico di cui non puoi fare a meno se stai pensando di installare dei moduli solari), ti consiglio di leggere la Maxi-Guida sull’impianto Elettrico (paragrafo 6.1) e tornare una volta che avrai approfondito l’argomento. 

NOTA: Per ricaricare le batterie, è necessario (e sufficiente) che i pannelli solari forniscano elettricità con un voltaggio del 20%-30% maggiore rispetto al voltaggio delle batterie. Questo non significa che non puoi usare dei pannelli a 12V per ricaricare le tue batterie a 12V. Infatti, tutti i pannelli a venduti a “12V”, in realtà rilasciano energia tra i 18-22V, più che sufficiente per ricaricare delle batterie a 12V usate comunemente nei furgoni camperizzati.

 

 

2.5 LA SCELTA: CHE MODULI SOLARI HO INSTALLATO SUL MIO CAMPER FAI-DA-TE?

camperizzare van con pannelli solari camper fai da te

Personalmente, dopo aver tanto aver tanto cercato, letto e studiato, mi sono deciso ad acquistare per il mio furgone camperizzato tre di questi moduli fotovoltaici policristallini da 200Watt 12V presso SolarEnergyPoint, un’azienda italiana leader del settore che posso certamente raccomandare.

I fattori principali che hanno orientato la mia scelta sono stati il buon rendimento, l’ottimo prezzo, la qualità del produttore e, molto importante, le dimensioni dei moduli (proporzioni perfette per sfruttare al massimo l’area disponibile sul tetto del mio camper).

Questi sono i miei consigli per aiutarti a scegliere i pannelli adatti al tuo furgone camperizzato:

  • La differenza di rendimento tra monocristallino e policristallino è minima (no stress, scegli il più conveniente)

  • I pannelli rigidi pesano di più, però sono più robusti e longevi. Personalmente li reputo superiori.

  • Cerca i pannelli delle proporzioni che servono al TUO progetto di camperizzazione. Misura lo spazio che puoi e vuoi coprire con dei pannelli solari e trova la combinazione migliore per installare la potenza necessaria al TUO impianto elettrico

  • Il produttore e il rivenditore sono le garanzia di qualità: assicurati di comprare moduli fotovoltaici di comprovata qualità e potrai stare sicuro che dureranno negli anni

Due parole su Solar Energy Point (perchè se lo meritano!)

Dopo varie ricerche e comparative di prezzo, mi sono deciso ad ordinare attraverso il loro sito, molto completo di tutte le specifiche tecniche di ogni prodotto.

La consegna è stata rapida, ed ottimi il servizio e l’assistenza. Gratuitamente mi hanno offerto consulenza su cavi, supporti, colle e quant’altro usare per il montaggio dei loro prodotti.

Sono seri, professionali ed i loro prezzi sono molto competitivi. Offrono anche kit solari già pronti per camper (che io non ho acquistato, preferendo crearmi una soluzione su misura, ma potrebbero interessarti a seconda del tuo progetto). 

Considerazioni dopo 1 anno di utilizzo full-time: sia il rendimento in estate che in inverno dei nostri pannelli è stato un po’ sotto le nostre aspettative. Parlando con degli amici camperisti che hanno montato pannelli Renogy con stesso wattaggio, la nostra produzione risulta di un 10-15% minore. Tornando indietro probabilmente spenderemmo quei soldi in più per mettere dei pannelli più performanti, alla lunga, usandoli tutti i giorni, ne vale la pena (puoi vedere il negozio Renogy qui).

3. Come fissare i pannelli al tetto del tuo furgone camperizzato

Una volta che avrai scelto ed acquistato i pannelli fotovoltaici ideali per camperizzare il tuo van, la domanda che ti dovrai porre è: come li fisso al tetto del mio furgone?

Per installare dei pannelli solari sul tetto di un camper ci sono diversi modi, che possono variare (anche di molto) il prezzo finale dell’installazione.

Qui di seguito, ti illustro tre modi per fissare i tuoi pannelli solari al tetto del tuo furgone camperizzato.

3.1 POSSIBILITà DI FISSAGGIO DEI PANNELLI SOLARI

Staffe Metalliche
staffe per fissare pannelli solari al tetto di un furgone camperizzato

 Si utilizzano per fissare dei moduli solari rigidi al tetto del camper tramite viti e bulloni.

Pro

Fissaggio con Viti

Costo Basso (20-30 Euro/set)

Contro

Dover bucare il tetto del Van per ogni vite

Non praticabile se l’interno del tuo tetto è già isolato/rivestito

Supporti Angolari
supporti angolari per fissare pannelli solari al tetto camper

Supporti in plastica dura che semplicemente si incollano al tetto del tuo van camperizzato.

Pro

Fissaggio Senza Viti

Costo Basso (30-40 Euro/set)

Contro

Soluzione quasi-permanente. La colla è molto difficile da rimuovere.

Se il tuo Van ha delle scalanature, può darsi che necessitino modifiche

Roof Rack 
roof rack per camper pannelli solari

L’opzione più “elegante” e meno “pasticciosa”. Però anche di gran lunga la più costosa.

Pro

Fissaggio senza Viti

Estetico e Veloce da Montare

Contro

Costo molto elevato (300-600Euro)

Devi trovare i pannelli solari delle dimensioni corrette

Dopo un’attenta riflessione ed una profonda valutazione delle opzioni, personalmente ho deciso di scegliere i supporti angolari in plastica dura: un’ottima soluzione qualità/prezzo per ottenere ciò che mi serve (fissare i miei pannelli solari) senza forare il mio tetto. 

Queste sono le ragioni che mi hanno portato a questa scelta:

 

  • Nel mio progetto, ero interessato ad installare i pannelli solari in maniera permanente (non pianifico di rimuoverli)

 

  • Non volevo bucare “a colabrodo il tetto del mio furgone: nel tempo, ogni buco extra equivale ad un maggior rischio di infiltrazioni e ruggine (se non impermeabilizzato a regola d’arte). Secondo me, meno ce ne sono, meglio è!

 

  • Per quanto un Roof Rack fosse figo, il prezzo era troppo alto per quello che volevo spendere per fissare i pannelli solari. Il tocco estetico sicuramente è interessante, però essendo sul tetto di un furgone di quasi 3 metri di altezza (che nessuno vede se non arrampicandosi) il beneficio non mi sembrava valerne il costo.

 

  • Credo che se si vendono supporti e colla creati appositamente per fissare dei pannelli solari al tetto di un veicolo, siano sicuri e non ci sia ragione di dubitarne la tenuta.

Unendo tutte le mie preferenze, sono arrivato alla decisione di installare i moduli fotovoltaici utilizzando dei supporti angolari (ripeto, questa è stata la mia scelta, non è detto che quello che funziona per me sia l’ideale anche per il tuo progetto e viceversa 😉 ).

Nel prossimi paragrafi, ti mostrerò passo a passo come ho installato i miei pannelli solari utilizzando i supporti angolari per aiutarti qualora anche tu scegliessi questa opzione di fissaggio.

3.2 Strumenti Necessari per fissare i Pannelli solari sul tetto del tuo Camper

 

Qui di seguito troverai tutti i prodotti ed attrezzi che presumibilmente ti serviranno per montare i tuoi pannelli solari utilizzando i supporti angolari.

Per tua comodità, cliccando l’immagine di un qualunque prodotto, ti si aprirà direttamente la pagina Amazon qualora anche tu fossi interessato a comprarlo o semplicemente interessato a capire le qualità dei prodotti necessari.

nastro butilico
Nastro Butilico (30-50 mm)

Utile per “pianeggiare” il tuo tetto se è ricurvo o con deformazioni fastidiose

supporti angolari per pannelli solari van conversione
Supporti Angolari per Pannelli Solari

Metodo veloce, pratico e poco costoso per fissare i tuoi pannelli sul tetto.

camperizzare un furgone finestre fai da te
Seghetto Alternativo

Utile se devi modificare i supporti angolari ed adattarli al tuo tetto.

cavi 12v 6mm2 per pannelli solari furgone camperizzato
Cavi da 6mm2 per pannelli solari

Cavi adatti ad ogni tipo di impianto solare su di un furgone camperizzato

Trapano Avvitatore
Trapano / Avvitatore

Per fissare la base dei pannelli solari ai supporti angolari.

WD40 per pannelli solari viti
Lubrificante WD40

Include la ventola, i supporti di plastica, viti e telecomando.

sikaflex 521 bianca
Sikaflex 521 Resistente UV

La Colla Adesiva e Sigillante numero 1 per i veicoli camperizzati Fai-da-Te

pistola silicone
Pistola per Siliconi e Colle

Per Applicare la Colla Adesiva necessaria per Sigillare la Ventola

connettori mc4 per moduli fotovoltaici - camperizzare van furgone
Trapano / Avvitatore

Per fissare la base dei pannelli solari ai supporti angolari.

nestling scala telescopica pieghevole
Scala Pieghevole Telescopica

Una chicca per raggiungere il tetto del tuo van facilmente quando vuoi.

Vuoi supportare LostOnTheRoute?

Tutte le Guide che Pubblico su questo blog sono gratuite e fruibili da chiunque perchè personalmente sono un convinto sostenitore che le informazioni debbano sempre essere un bene pubblico ed accessibile da chiunque e non un bene da acquistare. Sharing is caring 😉

Detto questo, mantenere un grande blog pieno di articoli dettagliati richiede molto tempo, molta birra (d’ispirazione ahah) e soprattutto dei costi a volte non così scontati.

Se ti può interessare aiutarmi a sostenere i costi del blog, puoi considerare di acquistare qualunque prodotto consigliato tramite i link presenti nella pagina o nella vetrina Amazon. LostOnTheRoute infatti partecipa al programma AmazonAffiliate, e per ogni prodotto acquistato tramite i link, ricevo una piccola percentuale, ovviamente a nessun extra costo per te 🙂

Buona lettura e buon lavoro! 😀

Dani

dani lost on the route
Scopri Tutti i Prodotti per Camper Fai-da-Te di qualità testata, in un unico luogo.

3.3 Come installare i pannelli solari con i supporti angolari sul tuo Camper – Guida Passo a Passo (con Foto!)

Ora che abbiamo visto gli strumenti di cui avrai bisogno per il montaggio dei pannelli solari con dei supporti angolari, è il momento di cominciare con la guida passo a passo.

Nei prossimi paragrafi ti mostrerò tramite fotografie, come ho fatto ad installare i pannelli solari sul tetto del mio camper Fai-da-Te e connetterli tra loro.

Alla fine dell’articolo, qualora ci fosse ancora qualcosa di poco chiaro, ti lascio anche un breve video per mostrarti velocemente tutto il procedimento.

Bando alle ciance e cominciamo a camperizzare!

pannelli solari furgone camperizzato camper fai-da-te

1. Come prima cosa, prendi le misure e capisci esattamente dove vuoi installare i tuoi pannelli solari

prendere le misure per installare i moduli fotovoltaici sul tetto del van

2. Successivamente, prova ad “appoggiare” i pannelli solari per verificare che effettivamente lo spazio sia quello giusto

provare pannelli solari sul tetto prima di incollarli

3. Una volta sicuro della posizione, scendi di nuovo i pannelli e fora i supporti angolari ed il metallo di supporto dei moduli con un trapano (usa una punta leggermente più fine delle viti che andrai ad utilizzare)

forare pannelli solari con trapano per attaccare supporti angolari

4. Una volta scavati i fori guida, prima di inserire le viti ti consiglio di usare un po’ di lubrificante WD40: le viti entreranno con moltà più facilità (nel mio caso, senza WD40 era quasi impossibile avvitarle a fondo)

solare supporti wd40 lubrificare  prima di avvitare le viti

5. Una volta lubrificato, è il momento di inserire le viti. Per fissare i supporti angolari, ti consiglio di usare delle viti autofilettanti per metallo di buona dimensione.

avvitare solare supporti angolari per furgone camperizzato con cacciavite

6. Non ti consiglio di utilizzare viti con bulloni, in quanto una volta incollati i supporti non saresti più in grado di rimuovere i pannelli (neanche per manutenzione) 

solare supporti vite close up

7. Cerca di avvitare quante più viti possibili prima di installare i supporti sul tetto. E’ molto più facile avvitare comodamente a terra, piuttosto che su di una scala.

modulo pronto per l'incollaggio

8. Una volta che i moduli saranno pronti con i loro supporti angolari, rimettili sul tetto e verifica se qualcuno di loro va ad interferire con le scanalature del tuo van. Se si, continua a leggere come adattarli. Se no, passa già al punto 13.

supporto angolare sulle ribs del furgone

9. Con un pennarello, segna con attenzione sui supporti angolari la forma delle scalanature che dovrai tagliare per adattali al tetto del tuo furgone camperizzato.

solare supporti da tagliare per camper

10. Con un seghetto alternativo, ritaglia con cura i supporti seguendo la linea precedentemente tracciata. Una lama da metallo aiuta a far un taglio preciso.

tagliando i supporti angolari con seghetto per camper

11. Riprova i pannelli sul tetto finchè i supporti non saranno perfettamente aderenti alle scanalature. Una lima manuale aiuta a creare un’intaglio più preciso.

solare preparando supporti con lima

12. Quando i supporti saranno pronti, sarà il momento di provarli un ultima volta e segnare esattamente la posizione dove incollarli con dello scotch di carta.

solare bordo misura

13. Fatto questo, sarà il momento di procedere con la colla. Per incollare i tuoi pannelli solari, ti consiglio di usare abbondante Sikaflex 521 (la colla giusta per questi lavori)

colla supporti angolari pannelli solari sul camper

13. Se alcune scanalature sono troppo profonde, puoi aiutarti a portarle a livello utilizzando uno o più strati di nastro butilico (con Sikaflex sopra e sotto)

colla supporti angolari con nastro butilico - camperizzare van

15. Una volta che avrete messo la colla su tutti i supporti di ciascun pannello, sarà l’ora di posarli. Appoggiateli con cura, se potete fatti aiutare da qualcuno: rende l’operazione molto più veloce, pratica e precisa.

rifinitura finale pannelli solari incollati al tetto del camper furgone

16. Una volta posati tutti i pannelli, riempi con della colla Sikaflex 521 gli eventuali spazi rimasti tra i supporti ed il tetto del tuo van. Pulisci le eccedenze con dello Scottex e lascia riposare la colla per minimo 24 ore (meglio 48).

colla supporti angolari con nastro butilico - camperizzare van

Una volta che la colla si sarà seccata, i supporti angolare ed i pannelli solari saranno ancorati al tetto del tuo van e solidi come la pietra. Dopo circa 48 potrai già fidarti a guidare senza il pensiero che si possano staccare.

Nei prossimi paragrafi, ti spiegherò come connettere i tuoi pannelli nella maniera corretta e come installare il passacavi.

Qui di seguito invece, ti lascio un breve video del mio montaggio, in modo che tu possa vedere anche in video i passaggi che ti ho spiegato tramite foto 🙂

 

 

 

4. Camperizzare un Furgone: Come Connettere i Pannelli Solari e che Cavi Scegliere

Se hai installato solamente un pannello solare, il cablaggio è molto semplice: ti basterà collegare il polo positivo (+) del modulo solare al polo positivo (+) del tuo regolatore di carica, ed il polo negativo (-) del pannello solare al polo negativo (-) del tuo regolatore di carica.

 

connettere un pannello solare sul camper

Se invece hai installato più di un pannello solare, devi sapere che ci sono due tipi di collegamento, ognuno con i suoi vantaggi e scantaggi.

 

 

4.1 Modi di Collegare i pannelli solari: in serie o in parallelo

A seconda di come colleghi i cavi provenienti dai diversi moduli che hai installato, puoi ottenere dei gruppi di pannelli solari con voltaggi (Volt) o intensità di corrente (Ampere) differenti.

I due modi di collegare i moduli fotovoltaici sono “in serie” ed “in parallelo”. Di seguito trovi un’immagine visuale che ti mostra che cosa si intende per entrambi i metodi di collegamento. Successivamente, troverai una piccola descrizione della connessione ed una riflessione su quale sia la maniera migliore di collegare i tuoi pannelli solari per soddisfare le tue esigenze.

Pannelli Solari connessi in Serie

pannelli solari connessi in serie su un furgone camperizzato

Connettere più pannelli solari “in serie” significa connettere il polo positivo (+) del primo pannello con il regolatore di carica ed il suo polo negativo (-) con il polo positivo (+) del pannello successivo. Si prosegue così per il numero di pannelli che intendi installare e l’ultimo polo negativo (-) dell’ultimo pannello va connesso al polo negativo (-) del regolatore di carica.

Connettendo più moduli fotovoltaici in serie, otterrai come risultato un’energia che possiede un’intensità di corrente (Ampere) uguale a quella di un singolo pannello, ma con una differenza di potenziale (Volt) che è la somma di quella di ciascun pannello.

IN BREVE: Volt si sommano, Ampere costanti

Vantaggio 

  • Il Voltaggio sufficiente per ricaricare le batterie (min. 15-16V) è assicurato anche quando c’è poca luce (es. alba e tramonto, cielo nuvolo etc.)

Svantaggio

  •  se un singolo pannello è in ombra, la produzione elettrica di tutto il sistema viene compromessa
  • Per gestire Voltaggi più alti, ti potrebbe servire un regolatore di carica più performante (e quindi con prezzo più alto)

Pannelli Solari connessi in Parallelo

pannelli solari connessi in parallelo su un furgone camperizzato

Connettere più pannelli solari “in parallelo” significa connettere tutti i poli positivi (+) tra loro (normalmente tramite un adattatore MC4) ed al polo positivo (+) del regolatore di carica; e la stessa cosa con tutti i poli negativi (-).

Connettendo più moduli fotovoltaici in parallelo, otterrai come risultato un’energia che possiede come intensità di corrente (Ampere) la somma dell’elettricità emessa da ciascun pannello, con una differenza di potenziale (Volt) che rimane la stessa di quella dei moduli scelti.

IN BREVE: Volt costanti, Ampere si sommano

Vantaggio

  • Se un pannello non produce energia perchè all’ombra, la produzione degli altri rimane inalterata

Svantaggio

  • Con condizioni meteorologiche avverse, i pannelli da 12V (che lavorano normalmente tra 17-22V) potrebbero non raggiungere il voltaggio minimo per ricaricare le tue batterie da 12V
  • Un maggior amperaggio, richiede cavi di sezione più grande

4.2 Quale connessione è migliore per il tuo camper?

Decidere tra il connettere i pannelli in serie o in parallelo non è una scelta ovvia: infatti entrambe le possibilità hanno dei pro e dei contro.

  • In condizioni ottimali, con il sole alto in cielo, le due configurazioni si equivalgono totalmente: entrambe producono la stessa potenza elettrica (A*V=Watt – nel caso precedente 36*3=12*9=108Watt) con un voltaggio sufficientemente alto per caricare le batterie servizi (voltaggio batterie + 30%).

  • In condizioni di copertura d’ombra parziale (normalmente causate da una nuvola, un albero, un parcheggio “mezzo al sole, mezzo all’ombra” etc.) connettere i pannelli in parallelo aiuta a non compromettere la produzione di tutto il sistema. Nota: comprendo una cella di un pannello solare, questo smette di produrre energia. Se il pannello è connesso in serie ad altri moduli, anche questi verranno affettati).

  • In condizioni di scarsa luminosità (es. alba, tramonto, cielo nuvoloso, latitudini alte etc.), dei pannelli solari 12V connessi in parallelo potrebbero non raggiungere la soglia minima di 17Volt, utile per ricaricare le tue batterie, producendo di fatto zero. Al contrario, dei pannelli connessi in serie, avranno quasi sempre un voltaggio utile alla ricarica (>17V) e per questo possono contribuire a ricaricare le tue batterie anche in condizioni con poca luce. 

Dopo aver analizzato i pro ed i contro di ciascuna opzione, personalmente ho scelto di connettere i miei pannelli solari in parallelo (3 pannelli da 200Watt – 12V). In estate mi sono trovato molto bene. Arrivato l’inverno però, ho notato un forte calo dei Watt di ricarica giornalieri, e per questo ho deciso di cambiare la connessione e farla in serie.

Cambiando la connessione in serie, ho notato dei buoni miglioramenti di rendimento, probabilmente dovuti dal fatto di riuscire a sfruttare le ore di sole “basso”, che i pannelli connessi in parallelo non riuscivano ad utilizzare.

In conclusione:

i miei consigli su come installare e sfruttare

al meglio i pannelli solari sul tuo Van.

 CONSIGLI PER L’INSTALLAZIONE

  • Scegli un regolatore di carica MPPT di qualità che ti permetta di assorbire al meglio l’energia prodotta dai tuoi pannelli solari sia nel caso che vengano connessi in parallelo che in serie (se non sai cos’è un regolatore di carica e perchè te ne serve uno, ti consiglio di leggere la Maxi-Guida all’Impianto Elettrico, paragrafo 6.1)
  • Installa i tuoi pannelli utilizzando dei cavi con sezione sufficientemente grande da poter condurre l’intensità massima (Ampere) prodotta dai tuoi pannelli collegati in parallelo (normalmente per un furgone camperizzato si usano cavi da 6-8-10mm2, a seconda della potenza dei tuoi moduli)
  • Se hai acquistato pannelli fotovoltaici a 12V, connetti i tuoi pannelli fotovoltaici in parallelo se pianifichi di viaggiare d’estate o in posti dove le giornate di maltempo sono rare.
  • D’inverno o per viaggi ad alte latitudini invece, ti consiglio una connessione in serie, in modo da sfruttare anche la luce meno intensa.
  • Nota che cambiare il tipo di connessione dei tuoi pannelli solari (se il sistema è costruito bene ed i cavi sono pensati sufficientemente lunghi) richiede 5 minuti. (staccare i connettori MC4 ad incastro, e scambiarli).
  • Personalmente, ho deciso di installare uno SmartShunt (che posso super-consigliare) per monitorare i miei consumi e la produzione dei circuiti di ricarica; in questo modo, analizzando i dati mi è facile capire quando mi convenga una connessione in parallelo o quando mi convenga passare a una connessione in serie.

 

CONSIGLI PER IL MANTENIMENTO

  • Assicurati di mantenere i pannelli solari puliti per massimizzare il rendimento (almeno una volta ogni mese, è bene dargli una rapida passata)
  • Per ottenere il rendimento maggiore, non parcheggiare all’ombra 
  • Nel caso di danni ad un pannello, scollegalo dagli altri per non compromettere il rendimento di tutto l’impianto

Se tornassi indietro, ecco cosa cambierei del mio impianto:

Avendo un’ottimo regolatore di carica MPPT, non comprerei più pannelli solari a 12V, ma a 24V, e li installerei in parallelo. In questo modo potrei prendere il meglio dei due mondi: sfruttare le situazioni di bassa luminosità (il voltaggio sarebbe sempre comunque maggiore della soglia minima necessaria) e ovviare il problema della copertura parziale di un pannello che può penalizzare l’intero sistema. Purtroppo ho commesso l’errore di scegliere prima i pannelli del regolatore di carica. Per non fare il mio errore, ti consiglio di scegliere tutti i componenti del tuo sistema prima di comprarli. Aggiornamento 1 anno dopo: tornassi indietro, spenderei qualche soldo in più per dei pannelli top di gamma (tipo i Renogy) che garantiscono un rendimento più alto anche in condizioni di poca luce).

4.3 Che sezione di cavi utilizzare per connettere i pannelli solari del tuo furgone camperizzato?

Che sezione dei cavi installare è stato un dubbio che mi ha assillato per tanto tempo durante la mia camperizzazione… eppure la scelta è relativamente semplice.

Prima di tutto, c’è da fare una distinzione: per pannelli in serie e per pannelli in parallelo.

Se monti i pannelli in serie, l’intensità di corrente (Ampere) che passerà attraverso tutti i cavi ,sarà la stessa intensità di corrente che esce da un singolo pannello (infatti, con pannelli in serie, il voltaggio si somma ma l’intensità è la stessa).

Se monti i pannelli in parallelo, l’intensità di corrente (Ampere) sarà la somma di quella prodotta dai vari pannelli, e per questo molto più alta che per gli stessi pannelli montati in serie. Per scoprire l’intensità massima che il sistema potrebbe produrre, moltiplica l’intensità massima di un pannello per il numero di pannelli che hai installato.

NOTA: Nella scheda tecnica dei tuoi pannelli puoi trovare una voce in cui è indicata la “corrente massima” che il pannello può produrre: dovrai prevedere il tuo cablaggio in modo da supportare questo amperaggio.

Una volta calcolato l’amperaggio massimo che il tuo sistema solare può produrre e la lunghezza dei cavi che porta dai tuoi pannelli solari al tuo regolatore di carica, potrai utilizzare la seguente tabella per trovare la sezione dei cavi adatta alle tue esigenze:

 

 

calcolare sezione cavi 12V lunghezza circuito

NOTA: Utilizzando le sezioni indicate dalla tabella puoi stare sicuro che la caduta di potenziale dovuta ai tuoi cavi sarà inferiore al 3% (cifra che normalmente viene considerata una “giusta” perdita di potenziale che non compromette la resa totale dell’impianto).

NOTA 2: Utilizzando dei cavi sottodimensionati non potrai trasferire al 100% la potenza prodotta dai tuoi pannelli solari alle tue batterie e sarebbe uno spreco.

NOTA 3: Personalmente, ti consiglio di scegliere la sezione dei tuoi cavi come se dovessi collegarli in parallelo. In questa maniera, se un giorno decidessi di cambiare il tipo di connessione, non dovrai ricablare l’intero impianto.

 

5. Come Installare il Passacavi sul Tetto del tuo Van

L’ultimo passaggio, una volta collegati tra loro i tuoi pannelli solari, sarà quello di portare i cavi elettrici all’interno del tuo furgone camperizzato, dove sarà installato il tuo regolatore di carica.

Per fare ciò, dovrai utilizzare un passacavi: un pezzo di plastica con due entrate impermeabilizzanti, appositamente creato per questo tipo di operazione.

Di seguito, trovi i passaggi per installare il passacavi:

 

17. Dopo aver segnato con una matita la posizione esatta in cui pianifichi di incollare il passacavi, trapana due buchi leggermente più grandi dei tuoi cavi utilizzando delle punte perforanti per lamiera (altri buchi, yeah!)

bucare tetto del furgone per ilpassacavi

18. Dopo aver tagliato i fori sufficientemente grandi, ricopri il taglio con antiruggine prima, ed una volta asciugato, con un po’ di vernice per lamiera (in questo modo proteggi la tua carrozzeria dalla ruggine)

mettere l'antiruggine tetto furgone camperizzato passacavi

19. Una volta asciutta la vernice, incolla i gommini di protezione (inclusi con il passacavi) con Sikaflex 521. Questi proteggeranno i tuoi cavi dalla lamiera tagliente.

gommini di protezione

20. Quando le protezioni saranno salde, passa i due cavi (positivo e negativo) attraverso i due fori del tetto e falli fuoriuscire per la lunghezza necessaria.

passacavi fili fuori dal tetto del furgone camperizzato camper

21. Fai passare i fili nel passacavi. Assicurati che la guaina impermeabilizzante sia ben avvitata sia dall’interno che dall’esterno per evitare infiltrazioni in futuro.

passacavi per tetto camper come installare

22. Una volta che i cavi saranno saldamente fissati al passacavi, incolla il passacavi al tetto del tuo Camper Fai-da-Te con della colla Sikaflex 521

passacavi incollare con sikaflex

6. Pannelli Solari per Camper – Conclusione

In questo articolo abbiamo visto insieme come scegliere, installare e collegare dei pannelli solari sul tuo camper fai-da-te.

Il passo successivo all’installazione dei moduli fotovoltaici è quello di collegarli al regolatore di carica (necessario per ogni impianto elettrico) e quindi alle batterie servizi in modo da immagazzinare l’energia solare da utilizzare per i tuoi consumi. Per questi passaggi, ti rimando alle Maxi-Guida Completa sull’Impianto Elettrico di un Camper, paragrafo 6.

In conclusione, installare dei pannelli solari sul tuo camper è una scelta di libertà che aiuta ad esser maggiormente indipendenti rispetto alla rete elettrica ed a poter viaggiare più a lungo senza il pensiero di dover necessariamente trovare un camping dove attaccarsi alla colonnina.

Ovviamente, a seconda della grandezza dell’impianto e dall’uso che intendi farne, installare dei moduli fotovoltaici sul tuo furgone camperizzato può essere un investimento più o meno grande.

Personalmente, ti posso dire che l’installazione non deve spaventarti: per me è stato uno dei “progetti” più facili della mia camperizzazione ed il montaggio Fai-da-Te, con un po’ di volontà, è alla portata di tutti.

Inoltre, ti voglio dire che una volta fatto l’investimento te ne innamorerai: prodursi la propria energia semplicemente tramite il sole ed ovunque tu sia è veramente qualcosa di magico ed estremamente conveniente.

Spero che questa guida ti sia stata utile. 🙂 Se ti serve ulteriore aiuto o se pensi che qualche punto non sia sufficientemente chiaro, fammelo sapere nei commenti qui sotto! 😉

Grazie per leggere e buona camperizzazione!

Alla prossima guida! 😀

 

PRIMA DI ANDARTENE, POSSO CHIEDERTI UN FEEDBACK?

 

Scrivere articoli dettagliati come questo richiede molto tempo ed impegno.

Se ti è piaciuto, posso chiederti di lasciarmi un messaggio di feedback nei commenti a fondo pagina?

Per un content-creator, sapere di essere letti e che i tuoi sforzi sono utili a qualcuno, è la miglior motivazione per continuare a scrivere e a fare meglio 🙂

Fammi sapere cosa ti è piaciuto o cosa secondo te si potrebbe aggiungere.

Se ti va, puoi anche condividere l’articolo per aiutare altra gente a trovarlo!

Grazie per l’aiuto 🙂

lascia commento su lostontheroute.com

Leggi le Guide per Camperizzare il tuo Furgone Fai-da-Te

10 Clumsy Blunders (we made) that can Ruin your Campervan Trip

10 Clumsy Blunders (we made) that can Ruin your Campervan Trip

There's always a first time, and that goes with campervans too! In 2021 we converted a van and started traveling the world full-time in 2022: we didn't know much about living on a camper! We jumped into this new adventure full of enthusiasm, but of course we were not...

PowerStation BLUETTI in Camper, ne Vale la Pena? Scopriamolo!

PowerStation BLUETTI in Camper, ne Vale la Pena? Scopriamolo!

In questo articolo, analizziamo le Powerstation Bluetti e vi mostriamo da vicino il modello AC180 (gentilmente messo a disposizione da Bluetti per testarlo!). Prima, analizzeremo tutte le caratteristiche delle PowerStation Bluetti, e poi proveremo a capire insieme...

Qual’è il Miglior Inverter per il TUO Camper? Guida Completa!

Qual’è il Miglior Inverter per il TUO Camper? Guida Completa!

Gli inverter sono un componente elettrico fondamentale nei camper moderni, che ti permettono di avere la corrente a 220V (come quella di casa!) ovunque tu sia. In questo articolo vediamo nei dettagli cosa sono gli inverter, come funzionano, i migliori modelli in...

Batterie Litio Camper PowerQueen: Poca Spesa Massima Resa!

Batterie Litio Camper PowerQueen: Poca Spesa Massima Resa!

Più Piccole, più Leggere, più Versatili, più Sicure e Soprattutto Sorprendentemente Economiche! Le Batterie PowerQueen sono un Affare per Passare alle LifePo4 senza Spendere una Fortuna!     powerqueen: sono le migliori batterie al litio per camper? In...

Travel Montenegro by Camper: Discover Budva, Kotor & More!

Travel Montenegro by Camper: Discover Budva, Kotor & More!

On our roadtrip journey from Italy to Turkey, Montenegro was the first non-EU country we crossed and honestly we didn't know much about this tiny country before visiting it: long story short, we remained damn positively impressed! For those who don't know, Montenegro...

Un Sacco Pulito: l’Iniziativa Green del Mondo Nomade di Youtube

Un Sacco Pulito: l’Iniziativa Green del Mondo Nomade di Youtube

"Un Sacco Pulito" è una campagna di sensibilizzazione sul tema rifiuti promossa da un variegato gruppo di content creators (o "youtubers" come li chiamarebbe la stampa) ed aziende che credono nel potere "sociale" dei social, non solo come mezzo per condividere foto di...

Come Calcolare la Sezione Giusta dei Cavi a 12V | GUIDA FACILE

Come Calcolare la Sezione Giusta dei Cavi a 12V | GUIDA FACILE

  Un cavo sottodimensionato non porta abbastanza corrente. Un cavo troppo sottodimensionato può portare ad un incendio. Un cavo sovra-dimensionato invece, semplicemente costa di più ed è uno spreco di soldi. Ti stai chiedendo quale sia la logica per scegliere una...

Cappadocia in Camper: il Viaggio dei Sogni nel Cuore della Turchia

Cappadocia in Camper: il Viaggio dei Sogni nel Cuore della Turchia

Per i camper e per gli amanti della sosta libera, la Turchia si per sè è un vero e proprio paradiso: poche restrizioni, campeggio libero tollerato più o meno ovunque, benzina a meno di 1Euro al litro e gente ospitale che ti offre cay (thè) ad ogni angolo della strada....

La Croazia in Camper: Tutto ciò che ti Serve Sapere!

La Croazia in Camper: Tutto ciò che ti Serve Sapere!

Da quando, negli ultimi anni, si è sparsa la voce sulla bellissima natura mozzafiato della Croazia, questo piccolo Paese situato nella penisola balcanica ha visto il suo settore turistico letteralmente esplodere. Lo scorso marzo abbiamo fatto un viaggio in Croazia di...

Migliori Batterie Servizi per Camper 2024: Quale fa al Caso Tuo?

Migliori Batterie Servizi per Camper 2024: Quale fa al Caso Tuo?

Le Batterie Servizi del tuo Camper sono il cuore di tutto l'impianto elettrico, ed un cuore va scelto con amore! 😉 Qui trovi una Guida Pratica, Schietta e Semplice per Scegliere le Migliori Batterie per il tuo Veicolo!     NON ESISTE UNA BATTERIA "MIGLIORE"...